SOLECHESORGE

volevamo impedirglielo perché non ci seguiva

Aggiornamento: 23 feb

la sequela del vangelo

è,

troppe volte,

deturpata

dall'invidioso

orgoglio umano.


riduzione politico-umana

della sconfinatezza eterna

del vangelo.


seguire fisicamente

chi ha più potere di me,

per imitarlo nel consenso.


...e se qualcuno

non segue le regole

gli va impedito di dirsi seguace.


non può essere mio burattino


ma...

Gesù non è una regola:

è

la via

per la quale poter camminare

verso la verità dell'incontro

con la vita

dei fratelli e delle sorelle.


è lo stile del dialogo

con lo sconosciuto,

che ritorna a me:

come vangelo.



san policarpo

mercoledì VII settimana del tempo ordinario

dmc 23.02.2022

Dal Vangelo secondo Marco Mc 9,38-40

In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi».

Parola del Signore.


34 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

attenti