SOLECHESORGE

sono tre anni che vengo a cercare frutti su quest’albero

E Gesù mi dice: zappa e concima un fico senza frutti, uno solo, solo uno e svilupperai la pace.

Questo non è utopia, questa è maternità di umanesimo.

È Dio che mi prega.

Dio prega me!

Mi implora: smettila, convertiti altrimenti perirai tu e tutta l’umanità.

E aspetta la mia conversione.

Ancora quest’anno.


Questo è il sogno biblico realizzato in Gesù.

Lui si è preso cura di me.

Fico senza frutti.

Mi zappa attorno.

Mi concima.

Mi aspetta nella mia sterilità,

che da tre anni si sussegue,

proiettandola per l’avvenire.


Perché io non lo faccio con Te,

Amico e Amica, cercatore di Dio?

Cosa siamo divenuti?

Un sogno svanito?





III domenica di quaresima

20.03.22

dmc

Dal Vangelo secondo Luca Lc 13,1-9 In quel tempo si presentarono alcuni a riferire a Gesù il fatto di quei Galilei, il cui sangue Pilato aveva fatto scorrere insieme a quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù disse loro: «Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subìto tale sorte? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quelle diciotto persone, sulle quali crollò la torre di Sìloe e le uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, io vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo». Diceva anche questa parabola: «Un tale aveva piantato un albero di fichi nella sua vigna e venne a cercarvi frutti, ma non ne trovò. Allora disse al vignaiolo: “Ecco, sono tre anni che vengo a cercare frutti su quest’albero, ma non ne trovo. Tàglialo dunque! Perché deve sfruttare il terreno?”. Ma quello gli rispose: “Padrone, lascialo ancora quest’anno, finché gli avrò zappato attorno e avrò messo il concime. Vedremo se porterà frutti per l’avvenire; se no, lo taglierai”».


Parola del Signore.


28 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

attenti