SOLECHESORGE

sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà ma la volontà di colui che mi ha mandato

Morte e vita si sono affrontate

in un prodigioso duello

(sequenza pasquale).


Nel prodigioso duello ci sta tutta,

piena e completa e compiuta

la volontà della santità.


Qual è la tua volontà,

amico e amica?


Volontà di rinnovata santità

per che nulla della vita vada perduto?

Nulla di tutti gli eterni attimi di incontri

vada perduto?


Risorti a vita nuova

per divenire ed essere tessitori

di trame di vitalità.


I defunti, tutti,

non sono perduti.


La nostra fede

ci dona questa speranza

della volontà di Dio Padre

perché,

tutte le cose (che) sono state create,

visibili ed invisibili,

siano partecipi di Lui.


Viventi.


La morte

duellando è morta.

La vita

amando è viva.




commemorazione dei fedeli defunti

02.11.2022

Alleluia, alleluia. Questa è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno, dice il Signore. (Gv 6,40) Alleluia.


Vangelo

Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.

Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 6,37-40

In quel tempo, Gesù disse alla folla: «Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno». Parola del Signore.


28 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti