SOLECHESORGE

perché non hanno da ricambiarti

Gratuità,

gratitudine,

gratificazione,

perché?


Per la verità dell'essere vivi:

uomini e donne

liberi.


Abitare relazioni

(in)utili (Lc17,10)

con il popolo,

tutto il popolo,

alieni dagli interessi.


Consumatori del bene

e non consumatori di beni.


Affràncati

dalle illusorie

speculazioni,

evanescenti, volatili, inconsistenti,

che ti garantiscono futuri

di ricche solitudini.


Affèrrati

al concreto cuore

dei poveri

(chi ha bisogno),

storpi

(chi è stritolato da),

zoppi

(chi inciampa nell'errore)

e ciechi

(chi vive nel buio del male).


Sarai te stesso.

Uomo e donna risorto.


lunedì XXXI del t.o.

31.10.2022

Vangelo

Non invitare i tuoi amici, ma poveri, storpi, zoppi e ciechi.

Dal Vangelo secondo Luca Lc 14,12-14 In quel tempo, Gesù disse poi al capo dei farisei che l’aveva invitato: «Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch’essi e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti». Parola del Signore.


26 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti