SOLECHESORGE

non comprendiamo quello che vuol dire

Quanto difficile comprendere

la verità di un uomo che,

per libertà,

attraversa gli spazi della sofferenza,

piangerete e gemerete,

solca i mari della tristezza

e approda

ai porti sicuri della resurrezione:

la gioia.


Quanto difficile comprendere.


Quella creatura

capace di tanta

umile mitezza

è il creatore.


La tenerezza del pianto

è la potenza di Dio.


La debolezza di Dio

è la potenza dell'umanità.


Quanto difficile comprendere.



san filippo neri

giovedì VI di pasqua

dmc 26.05.2022


Dal vangelo secondo Giovanni

Gv 16,16-20

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Un poco e non mi vedrete più; un poco ancora e mi vedrete».

Allora alcuni dei suoi discepoli dissero tra loro: «Che cos’è questo che ci dice: “Un poco e non mi vedrete; un poco ancora e mi vedrete”, e: “Io me ne vado al Padre”?». Dicevano perciò: «Che cos’è questo “un poco”, di cui parla? Non comprendiamo quello che vuol dire».

Gesù capì che volevano interrogarlo e disse loro: «State indagando tra voi perché ho detto: “Un poco e non mi vedrete; un poco ancora e mi vedrete”? In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia».


Parola del Signore.



28 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

attenti